Cgil, Cisl, Uil piangono l’ennesima vittima sul lavoro in provincia di Ravenna. L’incidente mortale è avvenuto nella giornata di oggi all’interno di un cantiere in un’area in uso ad Acmar. In questo momento di grandissimo dolore, i sindacati esprimono le più sentite condoglianze e la propria vicinanza ai familiari della vittima.

In attesa che le indagini facciano piena luce sull’accaduto e si individuino le eventuali responsabilità, Cgil, Cisl, Uil rimarcano ancora una volta l’esigenza di mettere in atto ogni azione per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Dalle prime informazioni, la dinamica dell’accaduto sembra, ancora una volta, confermare la pericolosità della pratica dei lavori in appalto e in subappalto, verso la quale tra l’altro l’attuale governo ha introdotto una serie di deregolamentazioni che hanno ulteriormente indebolito le già precarie garanzie di sicurezza. Per questo Cgil, Cisl, Uil della provincia di Ravenna sollecitano nuovamente l’apertura di un tavolo per la stesura di un protocollo sugli appalti privati, così come previsto dal Patto territoriale di comunità per la prevenzione degli infortuni, la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro e la legalità sottoscritto in Prefettura il 29 luglio 2022.

SALUTE E SICUREZZA, INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI